Parte il 9 novembre la stagione di prosa. Da Luca Argentero a Laura Morante, da Nicolas Vaporidis a Francesco Montanari e Vinicio Marchioni

-

BARGA – Luca Argentero, Isa Danieli, Giuliana De Sio, Lillo e Greg, Vinicio Marchioni e Francesco Montanari, Antonio Catania, Nicolas Vaporidis, Maurizio Mattioli, Laura Morante, le Nina’s Drag Queens, e molti altri ancora calcheranno la scena dei Differenti per la nuova stagione di prosa del Teatro dei Differenti 2018/19.

Tra spy comedy, monologhi, tragedie, tragicommedie, thriller e sperimentazioni drammaturgiche, il cartellone 2018-2019 del Differenti di Barga – realizzato da Fondazione Toscana Spettacolo onlus, il primo circuito multidisciplinare in Italia, in collaborazione con l’Amministrazione comunale – ha come obiettivo quello di esplorare, attraverso dieci titoli (nove in abbonamento e uno spettacolo in lingua inglese per i ragazzi delle scuole che si terrà in novembre ndr) forme, linguaggi e modalità di generi diversi.

Come al solito per il pubblico barghigiano Fondazione e Comune di Barga hanno pensato ad una offerta ricca quanto variegata, ma fatta comunque per un pubblico che tradizionalmente partecipa con entusiasmo e preparazione alle stagioni teatrali barghigiane. A presentarla per Fondazione Toscana Spettacolo Simona Dell’Ertole insieme a Francesco Tomei per Teatro Online e all’assessore Giovanna Stefani per il comune di Barga.

Una offerta rivolta all’intrattenimento di un pubblico di tutte le età, tale da confermare nuovamente il titolo di luogo di riflessione, incontro e dialogo che il Teatro dei Differenti detiene ormai da molti anni: un teatro che dialoga con il territorio e con i suoi abitanti, disposto ad accogliere nella propria tradizione le proposte culturali degli artisti che si susseguono sul palcoscenico, una messinscena dopo l’altra.

Un alto gradimento delle proposte e un’ampia partecipazione alla vita del teatro sono testimoniate dal crescente numero di presenze (265 spettatori a serata su una capienza di 286 posti) e dal successo di TeatrOnline, il progetto giornalistico realizzato da Francesco Tornei (in collaborazione con Neon Film Production di Stefano Cosimini e Simone Gonnelli) che nella passata stagione ha coinvolto le principali realtà sociali del territorio. Un racconto “in diretta” social della vita  al teatro che proseguirà anche quest’anno con tante altre iniziative sia dietro che davanti al teatro, sia in back stage che in mezzo agli spettatori per portare anche la stagione di prosa del teatro dei Differenti di Barga al passo con i social ed offrirla ad un pubblico ben più vasto di quello che frequenta il teatro ad ogni spettacolo. Un pubblico come detto di circa 265 spettatori a spettacolo, il che vuol dire che di media, visto che il Differenti di posti ne tiene 280, che alla stagione di prosa barghigiana si ha un “sold-out” ad ogni appuntamenti.

Come ha spiegato l’assessore alla cultura Giovanna Stefani anche quest’anno rimangono invariati prezzi ed offerte che anzi si rinnovano con altre iniziative (i prezzi li trovate in fondo a questo articolo).

Tra queste, Fondazione Toscana Spettacolo propone “Aspettando i 30 anni”: per il suo trentennale (autunno 2019) Fondazione Toscana già nella stagione 2018-2019 propone iniziative rivolte al pubblico per offrire sempre nuove occasioni di vivere lo spettacolo dal vivo e di raccontare l’esperienza a teatro: Carta dello spettatore FTS, biglietto sospeso, biglietto futuro, buon compleanno a teatro, carta dello Studente della Toscana, diventa storyteller.

 

(ascolta la presentazione del programnma:

https://audioboom.com/posts/7036957-ecco-la-stagione-di-prosa-del-teatro-dei-differenti-di-barga-per-il-2018-19

 

Ma vediamo nel dettaglio il programma.

L’apertura di stagione è all’insegna della comicità: risate assicurate e divertimento garantito grazie alla performance dei comici e showmen Lillo e Greg, protagonisti (venerdì 9 novembre) di GAGMEN, esilarante spy comedy, con scenografie e costumi sorprendenti, cambiamenti e inversioni di ruoli, calata in un’atmosfera tra 007 e Matrix.

 

 

 

 

Una via per codificare il contemporaneo è certamente la compagnia toscana Sotterraneo che dal 2005 ha sterzato in maniera originale sul versante dei nuovi linguaggi. OVERLOAD, è un concentrato di trabocchetti per uno spettacolo acuto, intelligente e divertente. Un esperimento di intertesto teatrale (in scena mercoledì 5 dicembre) in cui, a partire da un discorso centrale, i performer offrono continuamente dei collegamenti che il pubblico è libero di rifiutare, continuando a seguire il filo della narrazione, o di cogliere, perdendosi in un labirinto di distrazioni, alla ricerca del frammento che è molto simile alla nostra esperienza quotidiana.

Venerdì 14 dicembre è la volta di Luca Argentero al suo debutto in teatro diretto da Edoardo Leo su testo di Gianni Corsi, È QUESTA LA VITA CHE SOGNAVO DA BAMBINO?. Un monologo con le vite straordinarie di tre Luigi Malabrocca, Walter Bonatti e Alberto Tomba. Tre sportivi che hanno inciso profondamente nella società, nella storia e nella loro disciplina, facendo sognare, tifare, ridere e commuovere varie generazioni di italiani.

 

 

 

È una pièce tra comicità e malinconia quella che vede protagoniste Isa Danieli e Giuliana De Sio, in scena venerdì 18 gennaio con LE SIGNORINE. Il testo di Gianni Clementi, drammaturgo napoletano molto apprezzato da critica e pubblico, è ambientato in un piccolo appartamento: due sorelle zitelle, Addolorata e Rosaria, offese da una natura ingenerosa, trascorrono la propria esistenza in un continuo e scoppiettante scambio di accuse reciproche. È la fotografia di una società attuale sempre più portata a considerare “il mondo fuori” come il nemico

La tradizione prosastica tardo ottocentesca è al centro di UNO ZIO VANJA, rilettura del capolavoro di Anton Òechov. Nella serata di mercoledì 30 gennaio, Vinicio Marchioni e Francesco Montanari saranno i protagonisti del malinconico dramma delle occasioni mancate, delle aspirazioni deluse di un gruppo accomunato da legami di parentela o dal semplice caso, che parla molto e fa molto poco per sfuggire a una condizione di cui è insoddisfatto (tematica, purtroppo, di grande attualità).

Ancora Shakespeare nell’appuntamento di giovedì 7 febbraio: vivace miscela di teatro e musica, QUEEN LEAR è una rivisitazione del King Lear del celeberrimo drammaturgo inglese. Interpreti d’eccezione sono le Nina’s Drag Queens, le cui maschere eclettiche ed eccessive sono la chiave perfetta per una declinazione contemporanea del fool shakespeariano.

 

 

 

 

Domenica 17 febbraio il palcoscenico dei Differenti ospita un trio di attori brillanti che hanno fatto della comicità la loro cifra stilistica: Antonio Catania, Nicolas Vaporidis e Maurizio Mattioli saranno i protagonisti de L’OPERAZIONE, coinvolgente esempio di drammaturgia contemporanea al servizio della commedia.

 

 

 

 

Modellato sui thriller degli anni Cinquanta e Sessanta, VOCI NEL BUIO, in scena domenica 3 marzo, immergerà gli spettatori nella storia avvincente di una donna in pericolo che, a differenza di quanto accade solitamente in queste vicende, dimostra indifferenza: dovrà uscirne con le sue uniche forze. Protagonista la splendida Laura Morante che si misura con un personaggio complesso in un testo divertente, dove niente e nessuno sono come sembrano.

Il Misantropo non ha bisogno di semplificazioni o “istruzioni per l’uso” perché la sua essenza è limpida, contemporanea e dolorosa. IL MI SANTE DI MOLIÈRE (prodotto da II mulino di Amleto/Tedacà) ci racconta che “il misantropo” siamo noi con la nostra costante difficoltà d’incontrare l’altro, di cui, però, non possiamo fare a meno. Infatti, il sottotitolo recita: una commedia sulla tragedia di vivere insieme. Chiusura di stagione martedì 19 marzo.

dav

 

 

Prezzi invariati per la stagione di prosa 2018/19

Biglietti a partire da 13 euro e abbonamenti da 80 euro. Ai giovani è riservato un abbonamento speciale con tre ingressi a scelta a 36 euro.
Rinnovo abbonamenti fino al 23 ottobre  e nuovi abbonamenti dal 24 ottobre.

Prezzi abbonamenti 

platea, palco I° e II° ordine centrale intero € 120,00; ridotto €  110,00

palco I° e II° ordine laterale intero €  100,00, ridotto €  90,00

palco III ordine: intero € 80,00, ridotto €  70,00

Biglietti

poltrona platea e posto palco I e II ordine centrale intero € 20,00 (ridotto € 18,00)

Palco I e II ordine laterale intero € 17,00 (ridotto € 14,00)

Palco III ordine intero € 13,00 (ridotto € 10,00)

Gli abbonamenti ed i biglietti a prezzo ridotto possono essere ottenuti dagli spettatori under 30 e over 65; biglietto ridotto riservato agli studenti dell’Università possessori di carta “Studente della Toscana” € 8,00

SPECIALE TEATRO GIOVANI (per i giovani dai 18 ai 30 anni)

Tre ingressi a teatro a scelta tra i nove spettacoli in cartellone a € 36,00

Biglietto ingresso Teatro scuola € 3,00

 

Informazioni:

Ufficio Cultura Via di Mezzo, 45 – 55051 Barga (Lu)

telefono 0583724791/0583724728

cultura@comunedibarga.it

dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00;

martedì e giovedì anche il pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00

Tag: , , , , , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*