Il Console Americano a Firenze Benjamin Wohlauer è stato in visita all’impianto Kedrion di Bolognana

-

BOLOGNANA – Nella mattina dello scorso venerdì 21 settembre il Console Generale degli Stati Uniti d’America a Firenze, Benjamin V. Wohlauer, si è recato a Bolognana, in provincia di Lucca, per visitare lo stabilimento produttivo di Kedrion Biopharma, azienda italiana tra le più importanti al mondo nel settore dei plasmaderivati.

La visita è stata proposta dal Console stesso, che ha così avuto modo di conoscere la realtà produttiva di Kedrion e il processo di trasformazione del plasma e delle sue proteine in prodotti medicinali salvavita. Il Console ha mostrato particolare interesse per i peculiari sistemi produttivi di questo settore e per i flussi di materie prime, semilavorati e prodotti finali che fanno parte del sistema di Global Manufacturing di Kedrion e che ha come uno dei suoi punti focali proprio l’interscambio fra Stati Uniti e Italia.

A margine della visita, il Console ha incontrato il Presidente di Kedrion, Paolo Marcucci, con il quale ha discusso in particolare della presenza dell’azienda negli USA e degli investimenti in programma per i prossimi anni.

Kedrion Biopharma ha avviato la propria attività negli Stati Uniti tredici anni fa, con l’apertura di tre centri di raccolta plasma (oggi divenuti diciassette). Negli anni, le attività dell’azienda sul mercato americano sono cresciute, anche grazie a una serie di rilevanti investimenti: su tutti, l’acquisizione nel 2011 di uno stabilimento produttivo a Melville, Long Island, nello Stato di New York, e la successiva acquisizione di un ramo d’azienda dedicato alla produzione e commercializzazione di un’immunoglobulina iperimmune impiegata da cinquant’anni nella pratica clinica nella prevenzione della Malattia Emolitica Feto-Neonatale (MEFN).

Attualmente gli Stati Uniti costituiscono il maggiore mercato per l’azienda lucchese (corrispondente, nel 2017, ad oltre il 40% del fatturato complessivo, pari a 602,5 milioni di euro) e impiegano circa 800 dei 2500 dipendenti complessivi di Kedrion nel mondo.

“La crescita internazionale di Kedrion rappresenta la crescita organica di un network produttivo integrato, all’interno del quale gli Stati Uniti costituiscono un tassello di estrema rilevanza e in costante e significativo sviluppo – ha dichiarato il Presidente di Kedrion Paolo Marcucci. “Allo stesso tempo, l’azienda mantiene e manterrà le proprie radici italiane, e in particolare toscane, con investimenti sul territorio che, fra le altre cose, ribadiscono l’importanza del nostro stabilimento di Bolognana nell’ambito del nostro sistema integrato di manifattura, sviluppo industriale e ricerca.”

La visita del Console Generale Benjamin Wohlauer rientra nel programma di attrazione di investimenti del Consolato. Gli Stati Uniti costituiscono un mercato sempre più importante per l’insediamento di aziende toscane, che già esportano con successo negli Stati Uniti. Il recente abbassamento dell’aliquota federale per le imprese e una vasta opera di deregulation hanno reso gli Stati Uniti ancora più attraenti per le aziende che intendono servire al meglio i propri clienti su quel mercato. Il Console ha espresso grande apprezzamento per Kedrion, un’azienda che esprime al meglio l’eccellenza italiana, e toscana in particolare, e si distingue a livello internazionale per l’alta qualità dei suoi prodotti. Inoltre, l’azienda lucchese ha saputo coniugare un forte radicamento sul territorio lucchese con una grande apertura internazionale, come testimonia il successo delle sue importanti operazioni negli Stati Uniti.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*