Rifondazione su pirogassificatore: “Rossi non ha recepito gli indirizzi venuti dal consiglio regionale”

- 2

Sulla vicenda pirogassificatore alla KME interviene nuovamente anche il Circolo di Barga di Rifondazione Comunista che ribadisce la sua contrarietà al progetto ed attacca il Governatore della Toscana, Enrico Rossi:

“La Valle del Serchio a causa della sua conformazione non può reggere un carico di inquinamento dell’aria così elevato  vista la già grave situazione sanitaria che la vede con patologie superiori del trenta per cento rispetto alla media Toscana. Il 4 luglio il Consiglio Regionale ha votato  una mozione che impegna  la Regione Toscana ad attivarsi per un piano di rilancio della attività industriale della Kme di Fornaci di Barga migliorando le emissioni in atmosfera con una produzione di energia pulita e rinnovabile.

Sembra che il Presidente Rossi non abbia recepito questo indirizzo nella sua dichiarazione di ieri in cui si dice disposto ad autorizzare gli impianti Kme in presenza di una nuova conferma della azienda sulla scelta del pirogassificatore. Rifondazione è totalmente contraria all’incenerimento di pulper di cartiera o di altri materiali alla Kme.

Siamo favorevoli ad un rilancio della produzione del rame utilizzando impianti ad energia rinnovabile anche con aiuti statali  visto che si tratta di produzione strategica per l’industria italiana.

Rifondazione è con i lavoratori della Kme per il rilancio dell’occupazione nella Valle del Serchio nel rispetto dell’ambiente”.

Tag: , , ,

Commenti

2

  1. Armando guidiccioni


    Pure la biomassa legnosa è una fonte rinnovabile, ma rifondazione era contraria quando doveva essere usata per la riconversione dell’ex cartiera Alce. Tutti furbi per qualche voto in più..

  2. MARCO BERTONCINI


    tanto per capire,ma se Rossi continuamente non recepisce gli indirizzi venuti dal consiglio regionale e in particolare si parla di una mozione a firma e approvazione globale,PERCHE’ NON LO SFIDUCIATE?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*