Giovannetti: via del Volto Santo? Ora c’è una legge che permette di valorizzare il progetto

-

Via del Volto santo e non solo. Dalla regione arrivano importanti novità.

Le rende note la consigliera regionale Ilaria Giovannetti che proprio sugli itinerari sacri e sulla via del Volto santo in particolare aveva promesso nelle stetimane scorse il proprio fattivo interessamento. Giovannetti riporta il l via libera del Consiglio regionale alla proposta di legge “Disposizioni per il riconoscimento, la valorizzazione e la promozione dei cammini regionali”, prima disciplina regionale che riconosce i cammini, ai fini della loro valorizzazione e promozione turistica, proposta dalla consigliera Pd Lucia De Robertis.

“Per la Valle del Serchio – esordisce –  sarà importante puntare all’inserimento della via del Volto Santo appunto”

“Con  questa nuova normativa regionale sarà possibile finalmente lavorare per un pieno riconoscimento dei cammini e quindi una loro più facile fruizione e valorizzazione, in tutta la Toscana e quindi anche nella nostra provincia di Lucca. Non solo la Francigena, ma anche la via del Volto Santo, che attraversa più comuni ed è un percorso unanimemente riconosciuto di pregio – spiega – La legge nasce dall’esigenza di offrire l’esperienza dei cammini per ripercorrere luoghi e storie che fanno unica la nostra regione. – fa presente Giovannetti – La normativa prende il via della forte attrattiva che esercitano i percorsi storico-naturalistici legati alle nostre tradizioni, ne disciplina il riconoscimento e va a individuare le associazioni deputate alla loro promozione, con le quali la Regione potrà condividere iniziative e azioni a sostegno del successo dei cammini. Da qui l’attenzione non solo a itinerari culturali già riconosciuti, come appunto la ormai rinomata Francigena, ma anche a percorsi di interesse regionale che ora potranno finalmente diventare un veicolo formidabile di promozione turistica dei nostri territori. Si apre quindi un percorso per la valorizzazione della nostra Via del Volto Santo: i comuni coinvolti potranno al momento opportuno impegnarsi a richiederne il riconoscimento come cammino regionale. Sarà davvero una grande occasione di sviluppo per la nostra Valle del Serchio, che tra le sue tante attrattive vanta anche questo percorso spirituale straordinario che attraversa sentieri di montagna e antichi borghi. Una terra, la nostra, che molto ha da offrire in termini di bellezze paesaggistiche, storia, cultura e ospitalità: per questo dobbiamo stare attenti a cogliere ogni opportunità che ne consenta una maggiore promozione e questa normativa ne è un ottimo esempio”.

La Giovannetti conclude: “Ora ci sarà da fare un serio lavoro di coinvolgimento dei comuni ed associazioni per far riconoscere la via a livello Regionale… io sono pronta a fare da “tramite” affinché questo avvenga.”

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*