Le filastrocche della nostra Valle diventano canzoni

-

Una lodevole iniziativa quella che mette insieme giovani e anziani, i bambini del Piccolo Coro Chiacchiere Sonore di Fornaci e gli ospiti della Villa di Riposo Giovanni Pascoli di Barga; tutti uniti nell’obiettivo di salvaguardare le antiche filastrocche, musicandole e facendole diventare canzoni da tramandare che saranno presto raccolte in un CD..

Proprio in q eusti giorni sono iniziate le prime registrazioni relative ad alcune delle principali filastrocche della  valle.

“Questo progetto – come ci spiega unod ei principali promotori, l’ex insegnante e mnusicista Gabriele Rigali – nasce dall’idea di realizzare un prodotto audio-grafico-pittorico dedicato alla riscoperta e alla valorizzazione delle filastrocche della nostra valle,la Garfagnana, recuperando un patrimonio culturale tramandato oralmente, destinato a perdersi nel tempo. Filastrocche, ninne nanne e cantilene, nascono in ogni popolo, dal linguaggio gestuale, mimico e verbale che spontaneamente si unisce sempre al ritmo, al gioco e al canto”.

Per realizzare questo progetto i bambini del coro hanno iniziato ad incontrarsi in più occasioni con  i nonni  della Villa di Riposo. E’ stato realizzato un laboratorio grafico presso Villa Pascoli, durante il quale, bambini e nonni, lavorando insieme, hanno iniziato ad illustrare le filastrocche selezionate sotto il coordinamento dell’insegnante Sandra Rigali.

Dieci filastrocche sono state poi musicate da Alessio Piacentini e Gabriele Rigali.

“La scrittura musicale – ci spiega ancora Gabriele – è stata pensata come un viaggio tra le diverse forme musicali creando così un repertorio diversificato nelle sonorità e negli arrangiamenti, che spazia dal pop al rock, dal blues al reggae, dal folk al rap. Alcune filastrocche saranno  recitate e registrate  da diversi nonni cercando di creare per ciascuna un suggestivo tappeto musicale ispirato dai versi recitati. I bambini del coro Chiacchiere sonore di Fornaci, diretto dagli insegnanti Gabriele Rigali, Rita Bonanzinga e Annastella Poli, hanno iniziato nei giorni scorsi le registrazioni delle filastrocche che saranno raccolte in un CD che verrà realizzato entro la fine dell’anno. L’idea, spiegano ancora gli ideatori, è quella di distribuirlo poi anche nelle scuole dell’infanzia e primarie dei nostri Istituti comprensivi in modo che questa esperienza possa essere arricchita e ripercorsa da insegnanti e  bambini.

Tag: , , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*