Mallegni apre la sua sede elettorale a Fornaci. Viabilità, pirogassificatrore, sanità i temi trattati

-

A Fornaci di Barga in via della Repubblica 253 è stata inaugurata oggi pomeriggio la sede ufficiale del comitato elettorale che sostiene il sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni nella corsa al Senato della Repubblica dove è candidato nel collegio uninominale Toscana 5 che comprende Massa Carrara e Lucca.

Insieme a Massimo Mallegni alcuni suoi simpatizzanti e sostenitori della Media Valle tra i quali il consigliere comunale a Barga, Guido Santini che si occuperà della sede.

“Noi in questa zona dobbiamo dare un segnale forte – ha detto Mallegni ai giornalisti presenti – perché per la prima volta nel centro destra c’è un candidato che vive nel territorio, che conosce il collegio”.

Viabilità. Mallegni ha toccato anche alcuni aspetti del territorio a cominciare da quello della viabilità.

Critica la posizione di Mallegni sugli assi viari e sul sistema viario in particolare della Valle del Serchio e della piana:

“Un sistema che assolutamente non è stato pensato per lo sviluppo di un turismo moderno del quale avrebbe bisogno questo territorio: senza dei collegamenti e dei trasporti efficienti non si va da nessuna parte. Questa Valle ha dimostrato di avere dei grandi imprenditori di alto livello che hanno saputo fare grandi cose nonostante le scarse infrastrutture. E’ tempo di investire in questo e mi meraviglio che una realtà come questa che è stata rappresentata per anni da un autorevole esponente in parlamento non sia stata seguita in questo sviluppo come avrebbe dovuto”

Sanità. Per Mallegni non è assolutamente all’altezza delle aspettative l’organizzazione della sanità in Valle del Serchio; con una diagnostica fortemente in crisi, con la necessità di doversi spostare per qualsiasi esame e lunghe liste di attesa ma anche con due ospedali  che non danno le risposte che la gente si aspetterebbe da una sanità efficiente.

“Questa roba non funziona – ha detto Mallegni Non è tanto questione se in questa Valle ci vuole un ospedale unico, ma sicuramente qui  non può continuare la situazione attuale con i due ospedali che non garantiscono una risposta adeguata ai servizi che vorrebbe il cittadino. Prima di ragionare sul futuro o meno di un ospedale unico  bisogna che però questo territorio abbia garantito un adeguato sistema di primo soccorso delle varie aree. Senza questa base non si può ragionare di altro”.

Pirogassificatore. Mallegni è intervenuto anche sulla questione pirogassificatore e piano di rilancio di KME:

“Bisogna essere pragmatici in questa questione – ha detto Noi dobbiamo capire il reale interesse della comunità.

Fermo restando che la salute e la sicurezza dei cittadini sono e restano sempre al primo posto, c’è da valutare tutta la situazione; qui c’è un’azienda che da lavoro a centinaia di persone e della quale la prossima settimana incontrerò i vertici per capire meglio il loro piano industriale per una valutazione più approfondita.

Comunque sia bisogna capire e con la massima chiarezza se questo territorio può ospitare un pirogassificatore come  quello che vorrebbe l’azienda e la principale risposta sulle garanzie di sicurezza non possono che venire dall’Agenzia regionale della Sanità e da quella per l’ambiente: se l’impatto dle pirogassificatore è negativo per l’ambiente e per la popolazione il nostro deve essere un no deciso, altrimenti se questo progetto non porta rischi e crea effettivo rilancio, dobbiamo portare avanti  e spingere il progetto con la solita convinzione

Vorrei che su queste cose si esprimesse, e lo sfido a farlo in questi giorni, anche il mio illustre avversario. Che ci dicesse quale è invece il suo punto di vista”

Mallegni sceglierà Fornaci anche per chiudere la campagna elettorale in Valle del Serchio, Lo farà la sera del 28 febbraio al Cinema Puccini di Fornaci di Barga.

Tag: , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*