Il mio amico Giorgio Gaber

-

Dopo il primo appuntamento con la scrittrice Lidia Ravera, la manifestazione “La bella estate d’inverno” (sala Suffredini dal 10 novembre al 1° dicembre) si prosegue SABATO 18 NOVEMBRE al TEATRO ALFIERI (ORE 21.00) con IL MIO AMICO GIORGIO GABER, un incontro-spettacolo dedicato al grande artista italiano di e con Gian Piero Alloisio e l’accompagnamento musicale di Gianni Martini. Evento musicale e teatrale tratto dall’omonimo libro di Alloisio pubblicato da Utet, in cui l’autore racconta, a partire dall’infanzia a Oregina, le circostanze che lo portarono a lavorare con Gaber e a conoscerlo, non solo come artista ma anche come persona. Lo spettacolo alterna alle canzoni di Gaber e Luporini i racconti di Gian Piero Alloisio a partire dal suo arrivo a Milano come giovane e promettente autore, già collaboratore di Francesco Guccini, nonchè autore e interprete di album discografici. Gaber, che per tutti è già il Signor G., rimase colpito da quel ragazzo, dal suo talento e del suo originale approccio ad una sorta di teatro-canzone collettivo. Inizia così una collaborazione che si svilupperà per oltre un decennio.

La serata è in collaborazione con la FONDAZIONE GIORGIO GABER, la cui più importante iniziativa è il Festival Gaber, manifestazione itinerante tra i comuni della Toscana nata nel 2004 a Viareggio e giunta alla sua quindicesima edizione.

Presenti sul palco, prima dell’esibizione di Gian Piero Alloisio e di Gianni Martini, Andrea Tagliasacchi, Sindaco di Castelnuovo Garfagnana e primo fondamentale sostenitore del Festival Gaber, Paolo Dal Bon Presidente della Fondazione Gaber e Fabrizio Diolaiuti per una riflessione sulla figura e l’opera dell’artista e del suo legame con la Toscana.

Prossimi appuntamenti:

Atteso alla rassegna venerdì 24 novembre (Teatro Alfieri, ore 21.00), Dario Franceschini con il suo ultimo libro Disadorna. E altre storie (La nave di Teseo). Uno sfondo rarefatto e surreale tra una Roma inospitale, il Delta del Po e le nebbie di Ferrara per questa raccolta di racconti costruita come un girotondo di personaggi eccentrici, che ci fanno perdere nella nebbia che avvolge la pianura, scovare ricordi e amori lontani, vedere le storie con gli occhi dei protagonisti. Ne parlerà con lui la scrittrice e giornalista Ilaria Giannini.
Il ciclo si conclude venerdì 1 dicembre alle 21.00 in sala Suffredini con Il mare dove non si tocca (Mondadori), l’ultimo libro dello scrittore toscano Fabio Genovesi. La storia di un bambino di sei anni, Fabio, che cresce nella Versilia degli anni Ottanta. Le cure dei suoi numerosi nonni e dei genitori non bastano a proteggerlo dalla realtà che lo circonda, e così Fabio scopre che fuori dalle mura domestiche c’è un mare, spaventoso ma bellissimo, verso cui bisogna dirigersi. E nuotare da soli, nelle acque profonde.

 

24 novembre – ore 21.00
DARIO FRANCESCHINI
Disadorna. E altre storie (La Nave di Teseo)
Teatro Alfieri

1 dicembre – ore 21.00
FABIO GENOVESI
Il mare dove non si tocca (Mondadori)
Sala L. Suffredini

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*