La Libellula insiste: una centralina per il controllo della qualità dell’aria a Fornaci

-

La Libellula, facendo seguito ad un impegno già sottolineato e ribadito fin dalla sua fondazione, ha fatto formale richiesta ai comuni di Barga, Coreglia e Gallicano di poter monitorare in continuo la qualità dell’aria nell’area di Fornaci di Barga attraverso una postazione fissa di rilevamento. La richiesta è stata presentata a seguito della pubblicazione dei dati sulla qualità dell’aria rilevati da Arpat nel 2015-2016 e dei dati epidemiologici sulla popolazione della valle, realizzata dal prof. Biggeri nel 2011, che evidenziano, come sottolinea La Libellula: “Sia problemi di inquinamento, sia tassi di mortalità superiore alla media regionale per alcune importanti patologie tumorali e cardiovascolari. Abbiamo appreso – continua – che i suddetti comuni hanno provveduto ad inoltrare la richiesta alla Regione e ringraziamo i sindaci per la sensibilità dimostrata. Alla luce di quanto in premessa, tuttavia, sapendo che l’iter per ottenere l’attivazione può richiedere tempo, abbiamo invitato i sindaci a chiedere urgentemente ad Arpat l’installazione di una postazione mobile al fine di cominciare ad acquisire dati certi e di attuare le dovute azioni di individuazione, mitigazione, rimozione delle cause.

Siamo consapevoli che il costo della postazione mobile è a carico dei richiedenti, ma la tutela della salute pubblica, di cui i sindaci sono i principali garanti, deve a nostro avviso essere anteposta a qualsiasi considerazione di bilancio, anche in considerazione del fatto che le tre amministrazioni richiedenti potrebbero ripartire tra di loro questo onere”.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*