Un progetto di telemedicina per Casteluovo? L’idea emersa per i 25 anni degli Amici del Cuore

-

Con la partecipazione del presidente della III Commissione sanità della regione Toscana, Stefano Scaramelli, si è svolto sabato mattina a Barga un convegno promosso dall’Associazione Amici del Cuore della Valle del Serchio per festeggiare il suo venticinquesimo anno di vita.

Scaramelli ha portato il suo saluto insieme a quello di altri importanti relatori ed ha annunciato peraltro l’intenzione della Regione Toscana di fare in modo che possa essere avviato un progetto di telemedicina tra l’Ospedale di Castelnuovo ed il reparto cardiologico dell’ospedale del cuore di Massa.

“La telemedicina rappresenta una soluzione innovativa per tutelare meglio le aree periferiche della Regione – ha dichiarato – Ritengo che esistano le possibilità per sviluppare un progetto di telemedicina per mettere in collegamento l’area cardiologica del “santa Croce” con l’ospedale del Cuore di Massa, vera e propria eccellenza.

Una iniziativa che fornirebbe la possibilità di consulti specifici e di approfondire comunque non poco la diagnostica

Sono progetti già in atto in Toscana, sostenuti anche da Fondazioni e associazioni. Mi farò atto di portare avanti questa idea per far sì che il progetto possa prendere corpo nei prossimi mesi”

Una buona notizia, accolta con soddisfazione dagli Amici del Cuore che in questi venticinque anni hanno indubbiamente lottato tanto per la salvaguardia dei pazienti con problemi cardiaci e per migliorare il servizio a loro offerto dalla sanità pubblica.

Il convegno, che si è tenuto nell’auditorium del conservatorio Santa Elisabetta di Barga, è stato aperto dall’esposizione dei disegni elaborati dagli studenti delle Scuole Medie di Barga relativi all’intervento di rianimazione cardio-polmonare. Le scuole sono state parte attiva della mattinata con anche il buffet preparato e servito dagli studenti dell’Istituto Alberghiero di Barga

A presentare mattinata il presidente degli Amici del Cuore Marco Campani insieme a diversi esponenti delle associazioni amici del Cuore di Lucca e Pisa. Tra i temi affrontati proprio quello di realtà forse troppo poco conosciute e considerate come le Associazioni Amici del Cuore, ma anche il programma per la dotazione di defibrillatori semiautomatici attuato nella comunità della Valle del Serchio.

Si è parlato anche, con la partecipazione peraltro anche della consigliera regionale Ilaria Giovannetti delle aspettative e del ruolo del Servizio sanitario nazionale ed in particolare i due esponenti regionali si sono soffermati appunto sul tipo di organizzazione sanitaria prevista per la Valle del Serchio.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*