Donazioni di sangue, bilancio positivo per Barga

-

Donazioni di sangue. Bilancio positivo per il gruppo dei donatori di sangue “Fratres”di Barga che ha chiuso il 2016 con una positiva ripresa delle donazioni. Lo afferma il presidente Gabriele Giovnnetti presnetando una relazione sulle attività svolte nel corso dell’anno da poco concluso.

Il 2016 ha segnato una tendenza migliorativa sia nel numero delle nuove adesioni, soprattutto di giovani al disotto dei 35 anni, che nel numero delle donazioni nel complesso, sia sangue intero che feresi e multicomponent.

“Se andiamo a guardare il recente passato, limitandoci agli anni 2014 e 2015 – sottolinea Giovannetti – si evidenzia come il numero delle donazioni porti costantemente un segno meno rispetto agli anni precedenti; un segnale di crisi importante che si può ricondurre in prevalenza ad una incomprensione con le scelte della azienda sanitaria, che andavano a limitare i servizi riconosciuti ai donatori, ma anche all’avanzare dell’età nella media del donatori attivi, non adeguatamente riequilibrata dalla adesione di nuovi donatori giovani.

Il trend negativo degli anni passati comunque, è stato motivo di analisi delle cause da parte del direttivo e di conseguenza di una ricerca di una modalità di informazione più adeguata che avvicinasse le nuove generazioni alla causa della donazione. Questa ricerca ha coinvolto il direttivo anche nell’analisi della metodologia di chiamata periodica alla donazione, portando alla decisione del superamento dell’invio della cartolina postale e di conseguenza implementando la chiamata tramite sms e mail, più efficaci come messaggio.

Di questo siamo particolarmente soddisfatti e motivati nel perseguire questo obiettivo, nella convinzione che tutto il nostro lavoro deve essere finalizzato nel mettere costantemente il donatore al centro dell’interesse e delle iniziative della nostra associazione, al fine di dare la giusta consapevolezza di quanto sia importante il ruolo del donatore sia per la Sanita Nazionale che per la nostra società come esempio concreto di valore umano.

In questo senso, pur in presenza di dati positivi per il 2016, mi sento di rivolgere un accorato appello alle nuove generazioni, affinché non sottovalutino l’importanza di un gesto come il donare il sangue. Da loro dipende il futuro della donazione del sangue”.

Tag: , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*