PCMC, la filosofia del talent acquisition dedicato ai giovani

-

Lavorare per la propria comunità, nel proprio territorio, valorizzando il talento. Questa in sintesi la filosofia che sta alla base della strategia di talent acquisition messa in atto da PCMC con un progetto dedicato ai giovani del territorio, in collaborazione con gli istituti scolastici ITIS Lucca e Castelnuovo e l’Università di Pisa.

Non si può infatti parlare di ampliamento aziendale senza risorse umane e senza il talento delle persone che lavorano. E per selezionare il personale presente e futuro, PCMC si è rivolta alle scuole di riferimento per il territorio con un progetto quinquennale di alternanza scuola-lavoro del tutto particolare. E pieno di possibilità.Durante l’anno scolastico, gli studenti delle classi quarte e quinte dell’ITIS vengono coinvolti con visite in azienda e incontri. I diplomati scelti in base a un colloquio, possono svolgere in azienda uno stage retribuito di 3 mesi durante l’estate del diploma e prima dell’inizio dell’Università. Poi, in accordo con l’Università di Pisa, se si iscrivono ai corsi di laurea per tecnici collaudatori in ingegneria meccanica o elettronica, al termine della sessione estiva del primo anno di Università tornano a lavorare con un contratto di 3 mesi. Quello che l’azienda chiede a questi giovani è essere in pari con gli esami universitari e svolgere una tesi su un tema di interesse per lo sviluppo dell’azienda. Al momento della laurea l’azienda offre un contratto di apprendistato professionalizzante di 3 anni, seguito da un tutor.

Dall’anno scolastico 2015-2016, hanno avuto accesso a questo percorso 6 giovani, sui 20 selezionati a partire dai 100 che si erano presentati.

Per quanto riguarda le risorse umane del territorio, in collaborazione con il Centro per l’Impiego della Valle del Serchio nell’ultimo anno sono state assunte 13 persone in varie aree aziendali: 3 entreranno in azienda entro la fine dell’anno, ma le selezioni sono ancora aperte per altre 6 persone entro la fine del 2017.

“People Care Mover our Company non è solo una frase, non è solo l’acronimo corrispondente al nostro nome (Paper Converting Machine Company): è il nostro modo di vivere l’azienda – spiega Sergio Casella, presidente di PCMC Italia -. Da noi esistono solo due modalità di contratto: di apprendistato e a tempo indeterminato. Questo per spiegare quanto investiamo sulle risorse che vogliamo far crescere con noi. Si tratta di una garanzia per il futuro non solo per l’azienda ma per la comunità del territorio dove l’azienda opera”.

Ed è proprio puntando al futuro, che questo mercoledì la PCMC inaugura i nuovi stabilimenti di Fornaci di Barga, dopo 97 anni dalla sua fondazione. Un’inaugurazione che sposta avanti l’orizzonte della crescita, dimostrando che un altro modo di produrre è possibile, se si tengono al centro le persone, e non il profitto.

Tag: , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*