Appello dei cittadini per lo stato di abbandono della Chiesa di Santa Margherita a Fornaci

-

Già da diverso tempo, sempre più persone, si stanno impegnando per il recupero della chiesina di Santa Margherita – così intitolata in omaggio alla moglie del gen. Gaetano Ettore Giardino fondatore e primo presidente dell’ente “Opera Nazionale per l’Assistenza agli Orfani di Guerra Anormali Psichici” istituito nel 1921 – edificio situato all’interno dell’ex Asilo Pascoli oggi gestito dall’ASL. All’epoca il progetto e la direzione dei lavori erano stati affidati a Ottavio Tironi, mentre i lavori eseguiti dalla ditta Mosconi (riscontrabile in una targa appesa nel retro a lato dell’abside). La sua inaugurazione, da parte dell’arcivescovo di Pisa cardinale Maffi, avvenne il 4 giugno 1928.
In questi ultimi due anni il crescente numero di persone interessate al problema della struttura hanno portato, compresa l’attenzione sui social (gruppo FB e articoli su testate web), ad un accorato appello da parte di un gruppo di cittadini al Comune di Barga. L’amministrazione comunale, probabilmente anche a causa delle difficoltà economiche contingenti, pur non dando una rapida e definitiva risposta, ha comunque comunicato di aver richiesto un finanziamento europeo. I richiedenti, con una relazione tecnica degli uffici comunali e un breve resoconto storico, si sono ripromessi di convocare e coinvolgere la comunità fornacina al fine di capire cosa fare per la salvaguardia di questo sacro edificio che potrebbe, se non si interviene per tempo, rischiare di sparire. La piccola chiesa, accanto al teatrino intitolato a G. Pascoli, in effetti necessita di un pronto restauro. L’edificio, in mezzo a tutti gli altri ormai ristrutturati, stona e versa in condizioni di degrado, con il rischio, non tanto improbabile, di un crollo del tetto e forse anche di parte della struttura muraria. Le difficoltà di una risoluzione del problema sono evidenti, ma la tenacia, aggiunta alla buona volontà di tutte le parti in causa, potrebbe portare a trovare le soluzioni idonee e giuste per il recupero di questa struttura e, magari, anche della vicina vecchia piscina.

(La foto: a sinistra di Rigali Sauro, a destra si riferisce al matrimonio Tonarelli del 17-9-1938)

Tag: ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*