In centinaia a Sommocolonia per rendere omaggio al significato del 25 aprile

-

Sommocolonia è il luogo della memoria, è il luogo del doveroso omaggio a tutte le vittime della guerra di liberazione ed a tutte le vittime dei soprusi e della violenza di tutte le guerre. Questo da tempo ormai lontano, da quel 26 dicembre 1944 quando a Sommocolonia, a causa di una controffensiva tedesca, tra soldati, partigiani e civili alla fine persero la vita circa un centinaio di persone.

Sommocolonia da qualche anno a questa parte è diventato però anche il luogo per riscoprire la voglia e la gioia di una giornata da trascorrere insieme, festeggiando l’arrivo della bella stagione, ma anche il piacere di ritrovarsi. E’ il luogo indubbiamente scelto da sempre più barghigiani per trascorrere il 25 aprile; celebrando un anniversario che sarebbe meglio non dimenticare mai, e soprattutto ricordando il sacrificio di chi oggi ci permette di vivere in libertà e democrazia, ma anche festeggiando l’orgoglio di appartenere ad una bella comunità, che vive in un territorio bellissimo; che offre ancora belle tradizioni e che soprattutto regala spesso una semplicità del vivere che non ritrovi da molte parti. E che sa ritrovarsi e condividere il piacere dello stare insieme.

Il tutto in un luogo incantato come è Sommocolonia che ieri, 25 aprile, grazie a due giorni di precedente maltempo ed a una inaspettata giornata frizzante ma soleggiata, ha regalato momenti di luce, di colore, di paesaggi intensi.

E come tutti gli anni, forse un po’ di più di anno in anno, in centinaia hanno scelto il piccolo paese montano per trascorrere questa giornata, richiamati dalla bella iniziativa della Passeggiata della Libertà che da Barga è partita in ,mattinata dal Piazzale Matteotti ed ha portato nel paesino, lungo l’antica mulattiera, decine e decine di partecipanti: uomini, donne, ragazzi e bambini ed anche tanti amici a quattro zampe. Il tutto organizzato dalla Pro Loco con la collaborazione dell’Arca della Valle.

Il paese è stato raggiunto e riempito dai partecipanti alla passeggiata che hanno percorso la vecchia, ripida, ma davvero suggestiva mulattiera di Sommocolonia. All’arrivo, ad accogliere tutti come al solito i componenti dell’Associazione Ricreativa Sommocolonia che come al solito si sono dati da fare non poco per sfamare le centinaia di persone salite in paese..

Nel corso della mattinata, per la parte più ufficiale, le deposizioni, prima al monumento di Monticino che ricorda i partigiani e gli eroi della battaglia di Sommocolonia e poi presso il monumento ai caduti in piazza della Chiesa, delle corone di alloro portate dall’Amministrazione Comunale, in una semplice ma toccante cerimonia organizzata con la collaborazione della sezione ANPI di Barga, e con la partecipazione degli alpini, dei carabinieri della banda “Luporini” e di tanta gente. Mauro Campani, presidente dell’ANPI; ha letto dinanzi al monumento i nomi dei partigiani caduti mentre gli interventi dello stesso e del sindaco Marco Bonini, insieme a Sara Moscardini per la sezione di Barga dell’Istituto Storico, si sono avuti in piazza della Chiesa dove la cerimonia si è conclusa tra una bella cornice di gente.

Tag: , , , , ,

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*